tangenti-a-palazzo,-chiesto-incidente-probatorio-per-iaccarino.-intanto,-in-procura-sfilano-altri-ex-consiglieri-comunali

Tangenti a Palazzo, chiesto incidente probatorio per Iaccarino. Intanto, in procura sfilano altri ex consiglieri comunali

La Procura di Foggia ha chiesto al gip Antonio Sicuranza di interrogare, con la formula dell’incidente probatorio, Leonardo Iaccarino, l’ex presidente del consiglio comunale arrestato il 30 aprile scorso con le accuse di corruzione, tentata induzione indebita e peculato. Il politico “riveste la qualità di testimone a conoscenza di fatti – si legge nella richiesta – che attengono la responsabilità di altri coindagati ed è altresì coindagato”. Iaccarino dovrà essere ascoltato anche sulle dichiarazioni rese agli inquirenti nel corso dell’interrogatorio di garanzia che “hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei responsabili”, tra cui l’ex sindaco Franco Landella, rimesso in libertà nelle scorse ore.

La Procura di Foggia, intanto, ha riunito in un unico procedimento le due indagini che hanno riguardato il Comune di Foggia, in cui sono indagate 14 persone: la moglie dell’ex primo cittadino, Daniela Di Donna; l’imprenditore Paolo Tonti; l’ex dipendente del Comune di Foggia, Giuseppe Melfi; l’imprenditore Francesco Landini e gli ex consiglieri comunali Dario Iacovangelo, Antonio Capotosto, Consalvo di Pasqua, Lucio Ventura e Pasquale Rignanese.

La Procura di Foggia ha disposto per il prossimo 9 giugno accertamenti tecnici non ripetibili su telefonini e materiale informatico sequestrati nell’ambito dell’inchiesta sull’ex amministrazione comunale. Gli accertamenti riguarderanno sei telefoni cellulari, due dei quali intestati all’ex sindaco e a sua moglie Daniela Di Donna; un pc portatile, un computer e una ‘pen drive’. Intanto, nei giorni scorsi gli inquirenti hanno ascoltato altri ex consiglieri comunali come persone informate sui fatti. L’attività è andata avanti anche nel fine settimana. (In alto, in foto, Iaccarino e Landella)

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *