terni:-detenuto-si-taglia-con-una-lametta-e-muore

Terni: detenuto si taglia con una lametta e muore

25 Ago 2022 13:51

Si è tagliato con una lametta ed è detenuto. Dramma nel carcere di vocabolo Sabbione, a Terni: a riferire dell’accaduto è il Sappe, il Sindacato autonomo polizia penitenziaria.

Il carcere di Terni

La morte

A spiegare cosa è successo è Fabrizio Bonino, segretario nazionale per l’Umbria del Sappe: «Martedì sera, intorno alle 23, durante il giro di controllo il poliziotto di servizio nella sezione ha visto sangue in terra e subito intervenuto, con il medico di guardia. Un detenuto marocchino, che stava scontando reati di droga, comune, con un residuo pena di circa un anno, è stato immediatamente trasportato in ospedale. Le condizioni si erano presentate subito gravi, per i tagli profondi che si era procurato con una lametta e dai quali fuoriusciva importante perdita di sangue. L’uomo è deceduto mercoledì sera in ospedale».

L’aggressione: «Carcere fuori controllo»

A ciò si aggiunge un altro episodio denunciato dal Sappe: «Nel pomeriggio di mercoledì – prosegue Bonino – un altro agente di polizia penitenziaria è stato aggredito per futili motivi da un detenuto ‘alta sicurezza’: il collega è riuscito a svincolarsi solo grazie all’intervento di un altro detenuto. Quello di Terni è un carcere ormai fuori controllo, con una grave carenza di organico, una gestione che fa acqua ormai da troppo tempo e un sovraffollamento non più gestibile». Per Donato Capece, segretario generale Sappe, «la morte di un detenuto è sempre una tragedia. Il Sappe è pronto a scendere in piazza, a settembre, per sottolineare quanto e come sia importante e urgente prevedere un nuovo modello custodiale».

Condividi questo articolo su

    Related Posts

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.