terni,-stadio-liberati:-nuovo-tete-a-tete,-si-stringe-per-la-proroga

Terni, stadio Liberati: nuovo tête-à-tête, si stringe per la proroga

di S.F.

Il tempo stringe ed oltretutto la partita deve passare giocoforza per giunta e anche consiglio. Siamo a cinque mesi dall’avvio dell’iter – in origine per il bando, a lavorare su Pef e numeri ci ha pensato lo studio Stellati – e manca ancora la quadra definitiva sulla proroga biennale della convenzione legata all’utilizzo dello stadio Liberati e dell’antistadio Taddei tra Comune e Ternana: mercoledì pomeriggio è andato in atto un tête-à-tête tra le parti (coinvolti anche l’assessore al bilancio Orlando Masselli, protagonista poco prima in III commissione per il bilancio previsionale 2022-2024 e Sergio Anibaldi che, oltre alla vicenda del progetto stadio-clinica, sta seguendo anche questa procedura) per chiudere i nodi restanti ma, per ora, da quanto si apprende la partita resta aperta su alcuni dettagli. Come noto si procederà con una proroga.

Terni, stadio Liberati e concessione: missiva da via della Bardesca

Le questioni. In commissione in arrivo vicenda centro sportivo

La premessa è la stessa di sempre: la convenzione in scadenza – febbraio 2023 – prevede un pagamento di 10 mila euro annui da parte della Ternana e la manutenzione ordinaria/straordinaria a carico della società di via della Bardesca. Storia da cambiare per volontà rossoverde: da quanto si apprende il Comune avrebbe pensato ad un canone più alto (ovvio che sia così) fino al 2024 (la proroga è biennale) prendendosi le opere straordinarie in caso di necessità, come richiesto dalla controparte. D’altronde si va a caccia di un riequilibrio. La Ternana ha già inviato tempo fa la missiva per chiedere la proroga con tanto di indicazione di costi sostenuti e ricavi scemati per via del Covid. Ecco, c’è da trovare l’accordo sulla cifra con una proposta formale. Semaforo verde atteso entro pochi giorni.  Di mezzo c’è inoltre il discorso legato alle responsabilità penali, altra tematica tirata in ballo mesi fa dal presidente Stefano Bandecchi. C’è una certezza, la necessità di sbrigarsi. Capitolo centro sportivo: in arrivo in commissione consiliare il passaggio post osservazioni sull’adozione della variante al Prg del comparto di Villa Palma, così come sta accadendo per vocabolo Staino.

Centro sportivo Fere, concessione stadio Liberati: doppio step

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.