Il ragazzo è passato a prendere la fidanzata e le ha tolto la vita in macchina. Poi si è suicidato: è stato visto da un escursionista.

E’ successo in Tirolo, in Austria. Un ragazzo  tedesco di 18 anni si è suicidato lanciandosi da un ponte, dopo aver tolto la vita alla fidanzata 17enne. Il tragico fatto è avvenuto ieri a Reutte.

ANSA/ARCHIVIO

La comunità di Ruette, in Austria, è sotto shock dopo il ritrovamento dei corpi senza vita dei due giovani. Secondo una prima ricostruzione delle Forze dell’Ordine, il 18 enne sarebbe passato a prendere in auto la ragazza per dirigersi verso un parcheggio nell’Ausserfern, una zona di montagna. Nel veicolo fermo il giovane avrebbe ucciso la fidanzata con diverse coltellate al petto, poi, qualche ora dopo il delitto, il ragazzo si è recato verso un ponte sospeso nelle vicinanze e si è lanciato nel vuoto da un’altezza di 114 metri. A notare il suicidio è stato un’escursionista che ha subito dato l’allarme, portando alla luce la tragedia che si era appena consumata. Giunta sul posto, la polizia ha trovato l’auto del ragazzo con al suo interno il corpo senza vita della 17enne e un coltello a serramanico che potrebbe essere stato utilizzato per commettere l’omicidio. Il delitto è avvenuto nella giornata di ieri, lunedì 30 maggio. Come riportato dal capo dell’Ufficio della polizia criminale di Stato, Katja Tersch, il suicidio del 18enne è stato denunciato intorno alle 20.30, mentre nella mattina di oggi è stata effettuata l’autopsia sui due cadaveri. Soltanto nel pomeriggio verranno resi noti i primi risultati.