vaccino-covid,-ok-dell’aifa-a-quello-aggiornato-contro-omicron:-chi-deve-farli-e-quando-arrivano-–-il-riformista

Vaccino Covid, ok dell’Aifa a quello aggiornato contro Omicron: chi deve farli e quando arrivano – Il Riformista

La raccomandazione agli over 60

Fabio Calcagni — 5 Settembre 2022

Vaccino Covid, ok dell’Aifa a quello aggiornato contro Omicron: chi deve farli e quando arrivano

Prima il via libera il primo settembre scorso da parte dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco, quindi oggi l’ok anche da parte di quella italiana, l’Aifa. La Commissione tecnico scientifica nella riunione straordinaria convocata per oggi ha approvato l’utilizzo dei vaccini anti-Covid adattati contro la variante Omicron.

Il via libera è arrivato nei confronti dei vaccini bivalenti Comirnaty e Spikevax, ovvero quelli prodotti da Pfizer e Moderna recentemente approvati dall’Ema come dosi booster per tutti i soggetti al di sopra dei dodici anni di età. 

Questi vaccini, ha motivato la Cts dell’Aifa, “hanno mostrato la capacità di indurre una risposta anticorpale maggiore di quella del vaccino monovalente originario sia nei confronti della variante Omicron BA.1 che delle varianti BA.4 e BA.5”, si legge in una nota dell’Agenzia italiana del farmaco.

Sul piano della sicurezza i dati disponibili non mostrano differenze rispetto al vaccino monovalente originario. La dose booster è disponibile per tutti i soggetti previsti dall’indicazione autorizzata e può essere somministrata dopo almeno tre mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario o dall’eventuale dose booster già ricevuta. La Cts ha ribadito che la popolazione a maggior rischio di sviluppare malattia grave, per la quale quindi la dose booster è fortemente raccomandata in via prioritaria, è rappresentata dai soggetti che presentano fattori di rischio e dagli over 60.Tutti gli altri soggetti possono comunque vaccinarsi con la dose booster su consiglio del medico o come scelta individuale“, conclude la nota dell’Aifa.

Quanto alle tempistiche, le prime dosi dei vaccini anti-Covid adattati contro la variante Omicron dovrebbero arrivare alle Regioni già il 7 settembre: gli Enti locali poi avvieranno la campagna di vaccinazione. Una seconda fornitura, stando alle bolle ricevute dalle Asl regionali, è prevista per il 14 settembre e una terza per il 21 settembre.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.