videosorveglianza-attiva-sulla-rupe:-in-funzione-le-prime-7-telecamere

Videosorveglianza attiva sulla Rupe: in funzione le prime 7 telecamere

ORVIETO – A conclusione delle fasi di collaudo è entrato in funzione, in questi giorni, il sistema di videosorveglianza del centro storico di Orvieto realizzato della Società Umbra Control per la tutela dell’incolumità fisica e la protezione dei cittadini. Progetto finanziato al 50% con fondi del Ministero dell’Interno grazie all’istruttoria effettuata dalla Prefettura di Terni.

L’impianto è composto da sette telecamere dislocate in Piazza della Repubblica (2), Piazza del Popolo (1), Corso Cavour incrocio via del Duomo (2), Via Duomo e Piazza Duomo (2), area del centro storico dove è maggiore la concentrazione di negozi, bar ed altri punti di aggregazione.

Nella mattinata di venerdì 2 luglio, si è tenuta una conferenza stampa di presentazione presso Sala riunioni della sede della Polizia Locale di Orvieto. Presenti all’incontro il sindaco di Orvieto Roberta Tardani, l’assessore a Mobilità e Trasporti, Sicurezza Urbana, Servizi Manutentivi, Igiene Urbana Gianluca Luciani, il tenente colonnello Alessandra Pirro, dirigente della Polizia Locale di Orvieto e un rappresentante della Società Umbra Control che ha realizzato il sistema di videosorveglia.Il progetto è bivalente, poiché da un lato, persegue la finalità di potenziare la sicurezza urbana e la tutela dell’ordine pubblico, migliorare e rafforzare la qualità della vita delle persone che vivono e lavorano nel comune di Orvieto garantendo serenità e tranquillità a tutte le attività correlate alla vita sociale ed al turismo e, dall’altro intende prevenire, ed eventualmente reprimere, efficacemente la commissione dei reati, particolarmente di tipo predatorio, assicurando alle forze di polizia utili elementi per risalire all’identità dei responsabili.

Nel pieno rispetto delle norme vigenti e della riservatezza dei cittadini, infatti, il progetto si prefigge i seguenti obiettivi: rilevare situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica e consentire un rapido intervento delle Forze dell’Ordine; prevenire fatti criminosi grazie all’azione di deterrenza che la presenza di telecamere è in grado di esercitare; sorvegliare in presa diretta zone che di volta in volta presentano particolari elementi di criticità o in concomitanza di eventi rilevanti per l’ordine e la sicurezza pubblica; favorire la repressione degli stessi fatti criminosi avvenuti nelle zone controllate dalle telecamere ricorrendo alle informazioni che il sistema sarà in grado di fornire e, infine, rassicurare i cittadini attraverso una chiara comunicazione sulle zone sorvegliate.

Inoltre, il sistema di videosorveglianza consente al Comune di Orvieto di dotarsi di uno strumento attivo di protezione civile per l’individuazione e la gestione delle aree e dei punti strategici a fronte di emergenze; identificare in tempo reale, luoghi e ragioni di ingorghi e assembramenti di persone per consentire il pronto intervento della Polizia Locale; comunicare agli utenti utili informazioni sulla viabilità, rilevare dati anonimi per lo studio e l’analisi dei flussi di traffico e dei parcheggi per la predisposizione dei piani comunali e rilevare infrazioni del codice della strada.

“Abbiamo concretizzato l’avvio di un progetto in cui da sempre crediamo molto – ha detto il sindaco Tardani. Questo impianto di videosorveglianza oltre ad essere un sistema di controllo è anche un sistema di prevenzione e repressione di atti vandalici, andando a coprire le zone più a rischio. E’ il primo passo di un progetto atto a garantire una sicurezza urbana della città a 360°. E’ un sistema innovativo dotato di sette telecamere ad alta definizione e ora stiamo lavorando per aggiungerne un’ottava sempre nel Centro Storico, cercando di coprire zone che maggiormente necessitano di tale servizio come il polo scolastico e Piazza Cahen. Ovviamente l’implementazione di tale servizio è stato e sarà sempre coadiuvato dalla presenza delle forze dell’ordine, in prima persona dal tenente colonnello Alessandra Pirro, dirigente della Polizia Locale di Orvieto e per quanto riguarda l’amministrazione comunale è stato gestito dall’assessore a Mobilità e Trasporti, Sicurezza Urbana, Servizi Manutentivi, Igiene Urbana Gianluca Luciani e dal consigliere incaricato delle tematiche per la sicurezza urbana Andrea Sacripanti“.

Sono sette telecamere a inquadratura fissa – ha aggiunto il tenente colonnello Pirro – che fanno capo a un sistema di registrazione dotato di zoom per poter identificare le targhe delle automobili e il sistema poi raggiunge un terminale situato presso il palazzo comunale. Il progetto è costato 36.000 euro oltre ai costi di progettazione sostenuti dall’amministrazione comunale. Ricordo che per la progettazione tecnica hanno preso parte Federico Fontanieri e Giulio Meloni“. “Il sistema di videosorveglianza – ha infine aggiunto il tecnico di Umbra Control mantiene le registrazioni per sette giorni, anche se ogni telecamera è dotata di una memoria sd per garantire un certo back up”. Nella stessa mattinata, il Centro di gestione e controllo del sistema di videosorveglianza è stato presentato al Dirigente del Commissariato di Orvieto, Dr. Antonello Calderini, al Comandante dei Carabinieri di Orvieto, Cap. Giuseppe Viviano e al Comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Orvieto, Ten. Mattia Concas.   (V.S.)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *