violenza-a-minorenne-a-terni,-il-cerchio-si-stringe,-identificato-aggressore

Violenza a minorenne a Terni, il cerchio si stringe, identificato aggressore

Il responsabile dell’aggressione alla ragazza di 17 anni a Terni, durante la movida nella sera di sabato nella zona di piazza dell’Olmo, sarebbe ormai in fase di individuazione. Le indagini dei carabinieri, anche grazie alle testimonianze raccolte, proseguono in maniera serrata. Gli inquirenti mantengono il massimo riserbo. La minorenne era stata soccorsa dai militari, insieme al 118, a casa di un’amica, dove si era rifugiata dopo la violenza ed ora verrà riascoltata dal sostituto Matthias Viggiano. La giovane era con gli amici, quando è stata raggiunta da una  telefonata. Si è, pertanto, indirizzata verso Porta Sant’Angelo. Poco dopo è stata ritrovata da un amico, in lacrime e sotto choc per la violenza subita.

“Mentre si consuma l’ennesimo weekend di paura e delirio in pieno centro cittadino e in orario ancora limitato dal coprifuoco, in cui episodi di violenza e di grave disagio giovanile emergono di nuovo e pesantemente, il sindaco appare molto occupato e preoccupato di compattare la maggioranza e tentare di contenere i suoi alleati al governo cittadino. Questa maggioranza ha vinto le elezioni millantando un controllo sulla sicurezza, sul decoro, sulla città che, dopo tre anni possiamo apertamente dirlo, non ha mai avuto. A ruoli invertiti e per molto meno di quello che sta succedendo, anzi, Salvini sarebbe corso gambe in spalla a riaprire la casa che non ha mai comprato per propinarci un qualche retorico comizione. Se l’eccessiva fragilità di questa maggioranza, di cui ancora non è chiaro il progetto politico, rimpastata e rimaneggiata più e più volte fin dal suo insediamento, tenuta insieme con accanimento che a questo punto appare più terapeutico che politico inficia e adombra, come pare, la capacità di concentrarsi sulla città, è bene che il sindaco Latini ne prenda rapidamente atto e riferisca urgentemente in Consiglio comunale cosa sta succedendo all’interno della maggioranza, rendendo conto delle dimissioni dell’assessore Bordoni, e ammetta il suo fallimento, restituendo la parola ai cittadini che non meritano una guida politica così improvvisata e incerta”. Così, in una nota, il Pd di Terni.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *